Villaspeciosa in un click!

Progetto finanziato tramite la L.R. n. 261997

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

I cantieri comunali

Oltre ai servizi rivolti all’intera comunità, il Comune assolveva molte importanti funzioni, tra cui quella di offrire direttamente lavoro ai singoli cittadini attraverso l’apertura di cantieri comunali per il rimboschimento, la costruzione di nuove strade e la realizzazione di svariate opere pubbliche. Capitava che, a turno, partecipassero ai lavori nei cantieri comunali tutti i cittadini maschi. Per far fronte alle numerose spese, l’Amministrazione locale era costretta ad imporre, oltre ad una serie di dazi e imposte, svariate prestazioni dirette, le cosiddette comandate. A ciascun abitante era richiesto un minimo di quattro giornate lavorative, che potevano svolgersi anche saltuariamente, in un periodo di tempo compreso tra l’inizio della primavera e la fine dell’autunno. La giornata di lavoro tuttavia non aveva limiti orari e, nell’eventualità che il compito affidato non fosse stato terminato in tempo, il lavoratore era tenuto a concluderlo entro il giorno successivo. Si era obbligati a prestare servizio con mezzi propri, carri o animali che fossero.
La maggior parte dei servizi richiesti riguardava la sistemazione degli argini fluviali, la pulizia delle strade, delle fontane pubbliche e degli abbeveratoi. Vi erano, infine, delle mansioni che tutti i cittadini del paese erano obbligati ad eseguire, come emerge dai vari bandi comunali, quali l’aver cura del tratto di strada antistante la propria casa e la sistemazione dei propri terreni, che dovevano essere tenuti costantemente puliti e in ordine. Ciò garantiva durante tutto l’anno l’ordinaria manutenzione delle strade e consentiva di prevenire o far fronte alle urgenze che di volta in volta si venivano a determinare in seguito ad acquazzoni o al proliferare della vegetazione che, se non estirpata, avrebbe potuto invadere i selciati e ostacolare il passaggio dei carri.

1  Fine anni Quaranta. Lavoratori impegnati nella sistemazione di Riu 'e Sesi.
2  Seconda metà degli anni Cinquanta. Lavoratori impegnati in un cantiere comunale.
3  Seconda metà degli anni Cinquanta. Lavoratori impegnati in un cantiere comunale.
4  Seconda metà degli anni Cinquanta. Lavoratori impegnati in un cantiere comunale.
5  Seconda metà degli anni Cinquanta. Gruppo di lavoratori impegnati in un’attività edile.

54321